La cardiologia, oltre ad intervenire nell’ambito della diagnosi e della terapia delle varie malattie cardiovascolari, dall’ipertensione arteriosa, alla patologia delle valvole cardiache, dall’infarto miocardico, allo scompenso cardiaco, riveste un ruolo fondamentale nell’ambito della prevenzione  primaria, cioè la possibilità di intervento sui cosiddetti  fattori di rischio che di per sé non costituiscono una patologia ma che sono stati chiaramente correlati alla possibilità di sviluppare le malattie del cuore.

Particolare cura va dedicata sia in termini di risorse umane che di tempo e di studio a questo aspetto. Infatti la possibilità di svolgere un’attenta, costante ed efficace attività in questa direzione permette di procrastinare la comparsa in un determinato individuo della possibile patologia e/o di far sì che comunque la patologia abbia un’espressione meno grave.