La visita di traumatologia dello sport mette a punto un programma di trattamenti più adeguato per recuperare la normale funzionalità muscolo-scheletrica in seguito a trauma, intervento chirurgico o patologia da sovraccarico funzionale.

L’obiettivo preminente è quello di ottimizzare i tempi di recupero per ogni tipo di patologia perché il paziente sportivo è spesso informato e vuole sapere dal medico quando e come tornerà a svolgere l’attività sportiva. Lo sport ha un ruolo fondamentale nella sua vita, non solo per le motivazioni agonistiche, ma anche per il benessere fisico e psicologico.

Lo specialista di traumatologia dello sport deve conoscere le patologie specifiche dovute allo stress articolare e muscolo-tendinee indotto dai gesti compiuti dagli sportivi (es. spalla del nuotatore, ginocchio del saltatore, gomito del tennista, mano dell’arrampicatore, caviglia del calciatore, ecc.) e la visita deve partire da un’attenta valutazione posturale del soggetto che, oltre alla ripetizione del gesto atletico, è spesso responsabile della scorretta esecuzione del gesto ed è la chiave vincente della successiva prevenzione.